Guida alle risorse web dedicate alla salute della donna      
       Home      |       Forum    |       Guestbook       |       Chat      |       Newsletter      |       Chi siamo

 

Web Directory

 

Pi¨ di 2500 links, a siti web mondiali e a documenti scientifici

 

News

 

Articoli selezionati dalle migliori riviste full-text on line

 

Farmaci

 

Banche dati, prontuari, farmaci in gravidanza

 

Percorso non medici

 

Schede divulgative salute della donna e gravidanza

 

Immagini

 

Atlanti, immagini, video

 

Riviste e libri on line

 

Riviste ostetricia e ginecologia, medicina generale, full-text on line, libri, trattati

 

SocietÓ Scientifiche

 

Italiane, estere

 

Congressi

 

Italiani, esteri, links

 

Evidence Based Medicine

 

Risorse web

 

Segnalazione siti web 

 

Siti web professionali e divulgativi salute della donna, gravidanza, medicina

 

Calcolatori 

 

gravidanza,
ginecologia, 
medicina generale

 

 

 

Esami di laboratorio

Medicina legale

Ginecologie

Ricerca bibliografica

UniversitÓ

Libri divulgativi

Assicurazioni

Concorsi

ECM

Associazioni pazienti

Convegni per pazienti

Tutela della gravidanza

Tempo libero

Traduzioni on line

 

Sezione schede divulgative

| Ritorna all'indice | links |

 

 

 

ISTEROSCOPIA

 

Autore: Dr. Monti Massimiliano

 

 

 

L'isteroscopia Ŕ una metodica diagnostica-terapeutica che sta acquisendo spazi sempre maggiori nell'ambito della ginecologia.

Consiste nell'osservazione diretta dell'interno della cavitÓ uterina mediante uno strumento denominato "isteroscopio".

Si parla di isteroscopia diagnostica quando l'operatore si limita all'osservazione della cavitÓ eseguendo al massimo una biopsia mirata dell'endometrio (il tessuto che ricopre internamente la cavitÓ uterina).

Si parla invece di isteroscopia operativa quando, mediante l'isteroscopia, si procede a piccoli interventi chirurgici (asportazione di polipi endometriali, di fibromi ecc.)

 

ModalitÓ di esecuzione

Con la paziente posizionata come per una normale visita ginecologica, si procede all'introduzione, nel canale cervicale e poi nella cavitÓ uterina, dell'isteroscopio. L'isteroscopio Ŕ una piccola sonda rigida, sottile, vuota all'interno, con un oculare ad una delle due estremitÓ. L'operatore esamina le immagini della cavitÓ uterina guardando direttamente nell'oculare, oppure collegando una telecamera all'oculare stesso e osservando le immagini su uno schermo televisivo. La manovra di introduzione dello strumento si effettua senza anestesia essendo generalmente ben tollerata dalle pazienti. Il fastidio che ne deriva viene generalmente equiparato a quello di una mestruazione. L'avanzamento dello strumento avviene in maniera graduale preceduto dall'insufflazione di anidride carbonica che ha la funzione di "dilatare" e quindi di "aprire la strada". Una volta esaminata la cavitÓ uterina si procede all'esecuzione di una biopsia (rimozione di un piccolo frustolo di tessuto) dell'endometrio.  L'esame isteroscopico (biopsia compresa) dura complessivamente pochi minuti.

E' quindi una metodica semplice, affidabile e generalmente ben tollerata dalle pazienti. In quei non frequenti casi di intolleranza all'esame (dolore dovuto a stenosi -chiusura- del canale cervicale) l'esame stesso viene immediatamente sospeso e rieffettuato, dopo qualche giorno, con una leggera anestesia locale. Per farlo con anestesia locale la paziente  dovrÓ per˛ sottoporsi agli esami standard pre-operatori che garantiscono la sua sicurezza in caso di reazioni avverse all'anestetico (anestetico che Ŕ, comunque, lo stesso che usa il dentista!).

Nel caso di isteroscopia operativa, da effettuarsi sempre o con anestesia locale o con anestesia generale, alla paziente saranno sempre richiesti gli esami generali pre-operatori, e la degenza varierÓ a seconda del tipo di intervento effettuato (da un Day-Hospital -ricovero di un giorno- ad un breve ricovero).

 

Indicazioni

Isteroscopia diagnostica. Le indicazioni pi¨ frequenti all'utilizzo della metodica sono: sanguinamenti in donne in post-menopausa o in trattamento con Tamoxifene, emorragie mestruali e non (che siano per˛ giÓ terminate), ispessimenti o anomalie dell'endometrio rilevate con l'ecografia, conferma o esclusione della presenza di polipi o fibromi in cavitÓ uterina, diagnostica di base in caso di infertilitÓ o abortivitÓ ripetuta (escludere ad esempio la presenza di voluminosi setti o malformazioni della cavitÓ), diagnosi di patologie tumorali dell'endometrio. 

Isteroscopia operativa. Le indicazioni pi¨ frequenti sono: asportazione di polipi endometriali, asportazione di fibromi intra-cavitari, rimozione di IUD ("spirale") dislocata all'interno della cavitÓ uterina, ablazione endometriale (asportazione di tutto l'endometrio in casi di copiose e ripetute emorragie genitali).

 

                            

                                                               

 

 

 

 

                             SALUTE DELLA DONNA:  galleria video, directory,  forum

 


 

 

Le informazioni di tipo sanitario contenute in questa pagina non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico; per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio Curante. I contenuti di questa pagina hanno un valore puramente indicativo; il lettore deve quindi consultare altre fonti di informazione; nei dati inoltre sono sempre possibili errori e/o omissioni. L'autore non Ŕ responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.

 

         Referrers       |       Motori di ricerca       |       Contatti       |       Disclaimer       |       Vota il sito        
 
 

"Ostetricia e Ginecologia on line" non Ŕ una testata giornalistica

Tutti i contenuti esposti sono da considerarsi come proprietÓ intellettuale e non possono essere

utilizzati o copiati senza l'esplicito consenso dei responsabili del sito.

 

Ottimizzato per una risoluzione 800x600

 

Ultimo aggiornamento: 24.08.03

 

   
   
p style="line-height: 100%; margin-top: -3; margin-bottom: -3">Ultimo aggiornamento: 24.08.03